Home Poesia

Apparentemente

by

Giorni tutti uguali, apparentemente

Notti di fievoli braci che sfiammano nei punti cardinali

Il fumo aromatico che si solleva dal cerchio

Filosofia e risposte senza domande

Kiss di fumi di skunk

Schiuma di sikaru dai lati del mento

E risvegli con calde carezze

Col mare innanzi che danza

Ti alzi ma poi ti riadagi sui grani di sabbia

Finché supino, dalle palpebre, il rosa non diventa bianco

Allora raggiungi un fresco giaciglio per rigenerare il corpo provato

Al risveglio tutto ricomincia uguale, apparentemente!

 

Antonino

 

Ti è piaciuto l’articolo? Offrimi un caffè :)

 

0,01-bitcoin

1 Comment

  1. marco

    e tutto sembra banale …come l’illusione di essere,,,ma poi di improvviso la solitudine diventa armonia…col rischio sia cio’ che non volevi suonasse quell’orchestra .ma appena c’e’ musica c’e’ spettacolo e con la speranza di conosciuti balli festeggeremo o festeggeranno oltre quella linea del sogno che ognuno ha….cerco i miei simili fra il farnetichio delle folle…e lo chiconoscero’ dalla durata dei balli che la musica crea …ma io solo… resto la’ imbranato e senza parole.. quasi stupito da ogni tradimento dei falsi tempi dell’orchestra..il direttore la’ in vista ed in alto… smanacca per comandi in modo che gli strumenti liberino le corde i fiati e le percussioni per dar modo al ritmo di quei balli… sia tutt’ uno con lo scopo…sia per ognuno

    la giusta musica perche’ ogni ballo e’ a tempo….l’importante e’ credere sia il passo giusto….marco

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *