Home Poesia

Solitudine

by

Ed io seduto solo me ne stavo

sulle soavi rive del *Corace

E i sassi e le acqui tutto io imploravo

finché regnasse anche per me la pace.

Ah, come col pensiero vagheggiavo,

sentivo nel pensier cosa audace

Di gioia e di dolor tutto tremavo

come se ciò “ch’io fossi a niuno piace”

Che pensi? Perché sì ti sconforti?

Disse, picchiando il vento alle mie spalle

Poichè scorse gli occhi miei dolenti

Risposi io “ oh, tu che gioia e dolor non senti

e vai girando per pianure e valli,

dille che i giorni di separazion son forti.

Michele Accurso 1955

* Il Corace è un fiume della Calabria, che nasce nella Sila e si getta nel golfo di Squillace dopo un corso di 48 km.

 

Ti è piaciuto l’articolo? Offrimi un caffè :)

 

0,01-bitcoin

0 Comments

Trackbacks/Pingbacks

  1. Tweets that mention Solitudine di Michele Accurso -- Topsy.com - [...] This post was mentioned on Twitter by Antonino Accurso. Antonino Accurso said: http://www.videojoke.it/solitudine http://bit.ly/aFclfg [...]

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *